Tag

, , , , , , ,

Si chiama “Mosciolo selvatico di Portonovo”  e fa parte dei cibi presidi Slow Food.

Spaghettpni con moscioli selvatici di portonovo

Si tratta di una cozza che viene pescata nelle acque limpide e pure della riviera del Conero, in provincia di Ancona, nel rispetto dell’ecosistema marino.

Ingredienti:
320 gr. di spaghetti di grano di semola (Spaghettoni De Cecco n. 412)
800 gr. di Moscioli di Portonovo (oppure di ottime cozze)
3 -4 rametti di finocchetto selvatico fresco (fondamentale)
1 scalogno
1 aglio
Olio EVO
1 bicchiere di vino bianco secco
10 pomodorini pendolino
Pepe macinato al moneto
Peperoncino
Sale

Spaghettpni con moscioli selvatici di portonovo

Procedimento:

Sciacquare molto bene i moscioli e strappare il bisso.  In una padella far scaldare due cucchiai di olio con lo spicchio di aglio vestito, aggiungere i moscioli scolati e versare il bicchiere di vno e una macinata di pepe. Far aprire velocemente i moscioli. Sgusciarli e tenerli da parte,  filtrare il liquido che si sarà formato.

Portare a bollore l’acqua per la pasta, far soffriggere leggermente lo scalogno in un wok con tre cucchiai di olio, aggiungere il finocchietto tritato, meno un rametto, e poco peperoncino. Aggiungere i pomodorini tagliati in quattro parti, aggiungere il liquido filtrato e scaldare ancora per un minuto. Mettere da parte e scolarci la pasta quando mancano ancora tre/quattro minuti di cottura. Riportare tutto sul fuoco e mantecare con il liquido dei moscioli, se si asciuga troppo aggiungere l’acqua di cottura della pasta. Poco prima di spegnere aggiungere i moscioli e il finocchietto fresco. Irrorare con un giro di olio crudo e lasciare riposare per un minuto prima di servire. Lo spaghetto deve rimanere abbastanza al dente.

Spaghettpni con moscioli selvatici di portonovo

Consiglio l’abbinamento di un vino rosato fresco come il KREOS – ROSATO SALENTO IGT dell’azienda Castello Monaci di Salice Salentino

E s s E

Annunci