Apprezzo il modo di scrivere che documenta prodotto e storia. EssE

Into the Wine

Bettino_RicasoliLA RICETTA DI BETTINO RICASOLI: l’Italia è un paese straordinario, complesso, ma anche ottuso e molto spesso poco lungimirante. Siamo in Toscana nel diciannovesimo secolo ed il Barone Bettino Ricasoli, illustre politico ma anche agronomo e grande appassionato di vini (soprattutto francesi), intuì le grandi potenzialità del Sangiovese per introdurre la prima ricetta di un Chianti che prevedeva uve a bacca nera e bianca con un 70% di Sangiovese per il corpo ed il colore, un 15% di Malvasia per l’acidità e la finezza ed infine un 15% di Canaiolo per il profumo e la dolcezza.

Si trattava, all’epoca, di un’innovazione oggettiva che, tuttavia, per ragioni storicamente e culturalmente comprensibili non contemplava l’idea di un vino da lungo invecchiamento con determinate tecniche di vinificazione, ma bensì un vino da pronta beva, da gustare immediatamente.

bandiera-mezz-asta-1LE COLPE DEL LEGISLATORE: Giunti nel ventesimo secolo, malgrado i processi innovativi…

View original post 660 altre parole

Annunci