Tag

, , , , , ,

Tutto quello che evoca la Toscana è per me “moto dell’anima”. Avevo sempre sentito parlare dei Pici, ma non avevo mai provato a realizzarli. Grazie a Simonetta, la mia maestra sfoglina, ho imparato questa versione:

Ingredienti per i pici:
500 gr. di semola di grano duro rimacinata
250 gr. di acqua tiepida
1 uovo

Ingredienti per il condimento:
100 gr di pecorino stagionato fiore sardo
Abbondante pepe nero macinato fresco al mulinello
100 gr di guanciale in una sola fetta

Preparazione:
Formare la fontana con la farina, aggiungere l’uovo leggermente sbattuto e cominciare a impastare aggiungendo l’acqua fino ad ottenere una palla liscia ed omogenea non troppo soda. Lasciar riposare per una mezzora coperta da pellicola, poi stendere con il matterello in uno spessore di circa mezzo centimetro, Ricavare dalla sfoglia delle listarella larghe altrettanto circa mezzo cm, poi con i palmo delle mani formare dei bigoli, (grossi spaghettoni) e stenderli per il lungo cospargendoli con la semola per non farli attaccare.

Mettere sul fuoco abbondante acqua, grattugiare il pecorino in una ciotola e aggiungere il pepe e uno o due cucchiai di acqua tipeida e mescolare per ottenere una crema di formaggio. Affettare il guanciale sottilmente in modo da ricavare una sorta di coriandolo dalla fetta spessa circa un cm., mettere in un padellino antiaderente sul fuoco bassissimo, in modo che il grasso si sciolga e diventino croccantissimi.

Quando l’acqua bolle salarla  e tuffare i pici per uno o due minuti, finché verranno a galla, Scolarli nella ciotola con la crema di formaggio e se necessario aggiungere ancora un po’ di acqua di cottura. Mescolare e alla fine aggiungere i ciccioli di guanciale con uj cucchiaio del grasso rilasciato in cottura. Macinare ancora un po’ di pepe fresco sopra e servire.

Bontà ….

E s s E

Visualizza albumVisualizza albumVisualizza albumVisualizza albumVisualizza albumVisualizza albumVisualizza albumVisualizza albumVisualizza albumVisualizza album

Annunci