Tag

, , ,

Un antipasto rustico e ricco di sapore, molto autunnale e di sicuro effetto con i vostri ospiti.

Prima cosa preparare una polenta abbastanza soda con 400 gr di acqua salata e 250 gr. di farina di mais fioretto. Far bollire l’acqua salata e far cadere a pioggia la farina di mais. Mescolare con un mestolo o con una frusta e far cuocere per almeno 50 minuti. Tenere a portata di mano dell’acqua bollente qualora fosse necessario aggiungerene durante la cottura della polenta. Disporla in una teglia rettangolare con uno spessore di circa 2 cm e far raffreddare. Coprire con una pellicola e riporre in frigorifero per qualche ora. Può essere preparata anche il giorno prima e se si dispone dell’apparecchiatura per il sottovuoto anche alcuni giorni prima e conservata sottovuoto.

Ingredienti:
500 gr. di bietolina o spinaci o altra verdura a foglia verde a piacere
4 tranci di baccalà ben dissalati ricavati dalla parte più alta e spinati
Olio EVO
2 spicchi di aglio
Peperoncino
Sale

Preparazione:
In una casseruola abbastanza profonda mettere abbondante olio EVO in grado di coprire completamente i tranci di baccalà. Inserire lo spicchio di aglio vestito e il baccalà privato della pelle e delle spine. Porre su fuoco bassissimo per almeno mezz’ora/40 minuti.

Lavare e mondare la verdura, lessarla brevemente in poca acqua, scolarla e ripassarla in una padella con due cucchiai di olio EVO in cui è stato fatto soffriggere un aglio (che poi va eliminato) e del peperoncino spezzettato. Salare e tenere in caldo.

Con un coppapasta ricavare dalla polenta dei quadrati, ungere una padella o una bistecchiera e far dorare i crostoni di polenta su entrami i lati.

Mettere il crostone di polente in un piatto, adagiarci sopra la verdura saltata e il baccalà scolato dall’olio che si sarà sfaldato in scaglie.

Un buon vino bianco secco servito a temperatura non troppo bassa, 12/14 gradi.

Vi propongo un Trebbiano d’Abruzzo DOC Emidio Pepe

Bon appétit

E s s E

 

Annunci